La Resina Epossidica

La resina epossidica è un prodotto duttile, trasformabile, con il quale è possibile creare non solo pavimenti e rivestimenti, ma oggetti di varia natura. Ho cercato in questi anni di renderla docile al mio volere, agli effetti che desideravo: l’esaltazione della tridimensionalità nel colore, gli effetti materici della profondità, la manualità che contraddistingue l’unicità e l’assoluta irripetibilità dell’opera.

A tutto questo, chi mi commissiona un’opera, può partecipare in modo diretto e attivo, creando all’interno della propria abitazione qualcosa di proprio, unico e indivisibile, scegliendone colori e caratteristiche.

I Vantaggi della Resina

La Sovrapposizione

I pavimenti in resina possono essere sovrapposti ai pavimenti esistenti escludendo la rimozione degli stessi con notevole risparmio in tempi e costi. È sconsigliato posare il nuovo rivestimento resinifero su scale esistenti in marmo o granito.

Praticità e igiene

Un pavimento o un rivestimento in resina sono superfici monolitiche impermeabili senza fughe né fessure.
Da ciò ne consegue una maggiore rapidità nella pulizia e un’igiene superiore rispetto ad altre superfici classiche.
Le resine non richiedono prodotti particolari per la loro pulizia.

Personalizzazione

Una delle peculiarità più importanti della pavimentazione in resina che la distingue da ogni altro pavimento, è la possibilità di rendere unica ed irripetibile l'opera. Un pavimento artistico in resina diventa tuo e solamente tuo.

Manutenzione

Se usurato od opacizzato, un pavimento in resina può essere riportato allo stato originale di brillantezza con un semplice passaggio, senza dover ripetere tutto il ciclo iniziale; pertanto una superficie in resina può essere sempre rinnovata con costi ridotti.

Notizie Tecniche

La Sovrapposizione

Spessore medio nuova pavimentazione in resina 3/4 mm circa. Peso specifico per mq. kg. 3,0/3,5 circa. 

Riscaldamento a Pavimento 

La pavimentazione in resina è assolutamente compatibile con la presenza del riscaldamento a pavimento, in quanto gode di un’ottima trasmissione del calore e grazie ad un’ottima elasticità ben sopporta gli sbalzi termici. 

Campionatura

I modelli vengono creati di volta in volta in accordo con la Committenza. Si eseguono campionature personalizzate su qualsiasi richiesta, il costo dei campioni viene defalcato successivamente dal costo totale dell’opera qualora questa venga confermata. È sconsigliabile il colore bianco tinta unita in quanto ingiallisce a causa dell’invecchiamento naturale della resina, ottenendo nel tempo, effetti cromatici sgradevoli. 

Atossicità 

Le resine epossidiche utilizzate da Punto Zero sono in Classe I e assolutamente atossiche dopo la lavorazione. Punto Zero non produce resine, ma le utilizza e le trasforma per le proprie realizzazioni. 

Temperature

Le resine sono prodotti molto sensibili alle temperature (solo in fase di lavorazione) pertanto è necessario avere sul luogo di posa una temperatura non inferiore ai 15°.  

Ciclo di Lavorazione

Il ciclo di lavorazione tradizionale per realizzare un pavimento o un rivestimento in resina, con una superficie che varia da 10 a 120/150 mq. è di cinque giorni, nel rispetto dei tempi tecnici di asciugatura dei vari passaggi; ciò a prescindere dalla metratura. Pertanto le piccole superfici sono penalizzate in termini di costo poiché al di sotto dei 40 mq. l’opera viene quantificata a corpo.

Per approfondire:

Giuseppe Portella Pavimenti in resina
Pavimenti in Resina PuntoZero di Giuseppe Portella -  Novate Milanese, Milano  -  P.IVA 04367690965 -  privacy & cookie policy